Caricamento

attendere un momento

I metodi naturali per migliorare l’erezione

La disfunzione erettile riguarda, solo in Italia, ben 3 milioni di persone, quindi è tutt’altro che un problema limitato ad una piccola fetta di popolazione.
Nella vita di coppia l’atto sessuale ha una funzione assolutamente fondamentale, quindi i problemi di erezione non devono essere sottovalutati.

Come funziona l’erezione?

L’erezione avviene grazie ad un riflesso spinale, in cui si assiste ad un abbondante flusso sanguigno verso le arterie venose del pene. Quando avviene tutto ciò, il pene diventa eretto e turgido, quando invece il processo non avviene in maniera completa si assiste a problemi di erezione, che possono essere di minore entità o addirittura assente.
Le cause possono essere psicologiche o fisiche. La maggior parte dei problemi d’erezione accadono a causa del primo problema, infatti l’uomo può perdere, di fronte ad una donna, concentrazione a causa di insicurezze o paure varie. È più raro, invece, che il disturbo sia causato da un problema fisico, magari avvenuto dopo un trauma subito dal pene, ma può anche trattarsi di alterazioni patologiche neurologiche, ormonali e variazioni anatomiche che impediscono il completo afflusso di sangue nell’organo genitale.

I rimedi naturali per migliorare l’erezione

  • Esercizio fisico: uno dei rimedi che si possono provare per evitare la disfunzione erettile è sicuramente l’esercizio fisico, attraverso i classici esercizi kegel. Attraverso questo tipo di attività fisica si può migliorare una zona che aiutare il pene a rimanere in erezione, cioè il pavimento pelvico. L’allenamento non è per niente complicato, ma prima di tutto si deve sapere dove reperire questi muscoli e come allenarli. Uno dei metodi per sapere quali muscoli allenare è quello del cosiddetto “blocco della pipì”, cioè si deve bloccare il flusso dell’urina mentre si orina, e in quel momento si deve fare molta attenzione a quale muscolo si sta utilizzando per bloccare il flusso, perché è proprio quel muscolo che si dovrà allenare su come migliorare l’erezione, dal punto di vista fisico. L’esercizio consiste nella contrazione dei muscoli del pavimento pelvico e, successivamente nel rilassarli, infine si deve ripetere l’esercizio per otto volte. Durante il giorno questo lavoro deve essere eseguito almeno tre volte. Il vantaggio risiede nel fatto di poter fare esercizio sia in piedi che da sdraiati;
  • ginseng: secondo alcuni studi, il ginseng può offrire risultati molto soddisfacenti, addirittura migliori del viagra. Lo studio, svolto in Corea del Sud e sottoposto a persone con disfunzione erettile, venne fatto attraverso somministrazione di ginseng. Alla fine dello studio è stato evidenziato come la maggior parte dei volontari abbia avuto dei miglioramenti, ma è stato pure evidenziato come il ginseng non sia adatto a tutti e può presentare effetti collaterali. Per questo motivo è meglio consultare preventivamente il medico prima di assumere questa sostanza naturale;
  • citrullina: anche la citrullina, amminoacido presente nella buccia dell’anguria, è una sostanza naturale che si può usare contro la disfunzione erettile. Anche questa sostanza va assunta solo dopo consiglio medico. Secondo alcuni studi la citrullina si trasformerebbe in arginina, altro amminoacido che produce la sintesi dell’ossido nitrico. Quest’ultimo processo comporterebbe una vasodilatazione del pene.

Il problema dell’erezione non deve essere sottovalutato, per maggiori informazioni sul tema è consigliato consultare Ildottorerisponde.it, dove si trovano dettagli maggiori sui rimedi per la disfunzione erettile e tanti altri particolari.