Caricamento

attendere un momento

Come utilizzare i SIEM per la protezione dei dati

La materia della protezione dei dati personali ad oggi è molto sentita e discussa. L’importanza non è in alcun modo da mettere in dubbio in quanto è importante poter navigare senza che i nostri dati vengano utilizzati come merce di scambio. Essi, nonostante possa sembrare strano, hanno un elevato valore sul mercato, e in molti fanno a gara per poterseli aggiudicare ai fini di indagini di mercato e molto altro.

Oggi parleremo proprio di questa tematica di fondamentale importanza per tutti gli addetti ai lavori, ma anche per i comuni cittadini che si trovano a navigare sul web consegnando in maniera non spontanea i propri dati personali a tutti coloro che non adottano misure di sicurezza per la loro protezione.
Ci occuperemo di esplicare nel dettaglio i sistemi SIEM per la protezione dei dati personali, ma nel caso in cui tu fossi interessato a comprenderne molti più aspetti estremamente interessanti non possiamo fare altro che consigliarti di analizzare il blog IT Manager Space che da anni si occupa di queste tematiche.

Intanto, continua nella lettura del nostro articolo per comprendere come utilizzare i SIEM per la protezione dei dati!

Come utilizzare i SIEM per la protezione dei dati

Utilizzare i sistemi SIEM per la protezione dei dati non è affatto complesso. Essi devono essere installati da esperti di cyber security, e da loro devono allo stesso modo essere interpretati e analizzati. Questi esperti saranno perfettamente in grado, mediante i sistemi SIEM per la sicurezza di sventare qualsiasi possibile attacco ai propri dati, e dunque evitare il putiferio della fuga delle notizie.

Essi sono collegati in rete, ma essendo del tutto protetti non sono accessibili a nessun altro se non agli addetti ai lavori attraverso delle chiavi di decriptazione note unicamente agli autorizzati a tali operazioni.

Utilizzarli in modo corretto significa anche avere la possibilità di effettuare delle vere e proprie analisi date dalle intelligenze artificiali che sono state con essi sviluppate, dunque conoscere nel dettaglio l’andamento aziendale e comprendere cosa modificare. Il non limitarsi a registrare i log, ma anche analizzarli è uno dei fattori più innovativi che ad oggi conosciamo, ma sicuramente nel corso del tempo questo verrà superato, quindi bisogna sempre monitorare i nuovi sistemi.

A cosa servono i sistemi SIEM per la protezione dei dati?

I sistemi SIEM devono essere necessariamente messi in atto dall’azienda a causa di tutti i regolamenti che ad oggi intercorrono sotto il punto di vista della protezione dei dati personali. Sono di fondamentale importanza per te e per gli altri, in quando accedere ai propri dati aziendali e personali non è sicuramente un bene per la propria attività.

Essi regalano una totale e completa copertura, e sono decisamente più avanzati di tutti i sistemi di protezione dei dati che sono preceduti, nonostante impongano determinati vincoli di cui parleremo più esplicitamente nel paragrafo successivo al fine di comprenderli nel loro dettaglio.

Dunque, per poter riassumere la fondamentale importanza dei sistemi SIEM possiamo semplicemente dire che evitano che la tua azienda e tutti i tuoi dati finiscano sotto i radar di chiunque altro, e di conseguenza impediscono le fughe di dati che sono ad oggi decisamente più comuni e sono paragonabili ad un vero e proprio furto, nonostante possa sembrare che non ci sia alcun danno.

I vincoli dei sistemi SIEM per poter proteggere i dati

Per poter proteggere i dati in maniera univoca e del tutto privata, i sistemi SIEM hanno istituito dei vincoli che si rivelano di fondamentale importanza a questo scopo.

Esistono alcune modalità che sono antecedenti a quelli che sono gli attuali sistemi SIEM, come ad esempio le formule del SaaS, che andavano a depositare dei dati in cloud, rendendoli del tutto visibili, e dunque l’operazione era semplicemente uno spreco di denaro.

Grazie ai sistemi SIEM i dati possono essere registrati e stoccati unicamente nel perimetro aziendale. Nel caso in cui si desiderasse accedervi dall’esterno bisognerà acquistare dei pacchetti di spazi in cloud più riservati e protetti sotto il punto di vista della privacy, che sicuramente hanno un costo superiore ai normali drive.

Acquistarli si rende necessario per poter mettere in atto il lavoro da remoto, ma allo stesso tempo rappresenta un costo maggiore per l’azienda, e dunque per molti un vincolo.